Il caporedattore di CNET Connie Guglielmo si dimetterà per lavorare sui contenuti generati dall’intelligenza artificiale

Dopo mesi di domande su come CNET utilizza strumenti di intelligenza artificiale, da molto tempo CNET la caporedattore Connie Guglielmo lascerà il suo ruolo e assumerà un nuovo incarico: vicepresidente senior della strategia dei contenuti AI e redattore generale, secondo una bozza di nota interna diffusa oggi, una copia della quale è stata ottenuta da Il limite.

Nel suo nuovo ruolo, Guglielmo lavorerà alla strategia di apprendimento automatico presso Red Ventures, la società di media sostenuta da private equity che ha acquisito il sito di notizie tecnologiche nel 2020. Adam Auriemma, l’ex redattore capo di un altro punto vendita di Red Ventures, SuccessivoAdvisordiventerà caporedattore. SuccessivoAdvisoruno sbocco di finanza personale, sembra non essere più attivo: l’account Twitter del sito non pubblica da gennaio, non compare più nell’elenco dei marchi di Red Ventures e il suo sito Web reindirizza a CNET.

Il passaggio di Guglielmo al suo ruolo di intelligenza artificiale arriva poche ore dopo Il limite ha riferito che erano in corso licenziamenti di massa a CNET. Almeno una dozzina di dipendenti hanno perso il lavoro, tra cui alcuni prestanome di lunga data dell’azienda, secondo fonti a conoscenza dei licenziamenti. La piena portata dei licenziamenti non è ancora chiara poiché il personale lavora per capire quali colleghi sono interessati: il numero potrebbe arrivare fino a 26 o più, affermano fonti.

Dopo Futurismo rivelato a gennaio che CNET aveva pubblicato silenziosamente dozzine di articoli generati utilizzando l’intelligenza artificiale, Guglielmo e altri leader di Red Ventures hanno difeso l’uso di strumenti di automazione nonostante la preoccupazione del pubblico su come la pratica è stata implementata. L’utilizzo dello strumento è stato temporaneamente sospeso mentre Red Ventures conduceva un audit interno di tutti i contenuti generati dall’intelligenza artificiale sui suoi siti. Subito dopo, più della metà degli articoli sono stati aggiornati con correzioni.

Guglielmo, che è stato CNET caporedattore per nove anni, ha difeso l’uso degli strumenti di intelligenza artificiale nel punto vendita. Alla fine di gennaio, ha detto in un post sul blog che sebbene le storie generate dall’intelligenza artificiale fossero state interrotte, la redazione avrebbe continuato a testare strumenti di intelligenza artificiale che avrebbero “aiutato [CNET’s] squadre”.

Ex multiplo CNET ha detto il personale Il limite quell’indipendenza editoriale è stata intaccata sotto la guida di Guglielmo e la proprietà di Red Ventures. L’ex staff ha raccontato più casi di dipendenti sottoposti a pressioni per cambiare il proprio lavoro per placare gli inserzionisti, e ad altri membri del team è stato ripetutamente chiesto di lavorare sugli annunci e dare la priorità al lavoro che serviva a scopi di marketing e si posizionava in alto nella ricerca di Google.

L’ultimo round di licenziamenti è ben lungi dall’essere il primo: il primo CNET ha detto il personale Il limite che alcuni team sono stati decimati dai passati tagli alla forza lavoro, mentre altri membri dello staff sono stati espulsi nel tempo.

Red Ventures non ha risposto immediatamente Il limiterichiesta di commento.

Read More

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *