In qualità di capo enologo della leggendaria casa vinicola della Borgogna, Casa Louis Jadot (Jadot), Frédéric Barnier ottiene molti vantaggi incredibili. Uno di loro sta viaggiando in tutto il mondo, vendendo alcuni dei vini più famosi in tutto il mondo, radicati in una lunga storia di vini di alta qualità che risale a oltre 150 anni. In una di queste visite, prima ancora che il Covid esistesse, è stato in grado di portare sua moglie in viaggio a New York City, e si è ritrovato a cenare con sua moglie e una bottiglia di Borgogna Pinot Nero. I vini etichettati con Bourgogne sulla parte anteriore, senza nessun’altra area che lo segue, rappresentano i vini regionali della stimata regione vinicola della Borgogna che possono provenire da qualsiasi parte all’interno di quella regione. Eppure Frédéric ha un altro grande vantaggio in quanto riesce ad assaggiare continuamente i vini Jadot 1er Cru (Premier Cru) e Grand Cru perché, come capo enologo, ha bisogno di conoscere questi vini avanti e indietro, il che può essere sorprendente in quanto questi vini possono variare da centinaia di dollari a migliaia.

Ma in quella particolare notte, voleva solo bere il vino, che è il migliore per “scoprire per la prima volta il Pinot Noir della Borgogna”, ed è rimasto sorpreso da quanto gli è piaciuto. Il Bourgogne Pinot Noir che Frédéric bevve quella sera con sua moglie era fresco, equilibrato ed elegante, con frutta fresca e fiori che avevano un pizzico di mineralità. “Ci dimentichiamo che è un vino molto buono”, ha detto Frédéric, poiché i viticoltori devono dedicare la maggior parte del loro tempo, soprattutto se lavorano per un produttore di vini pregiati, ad analizzare tutti gli aspetti dei loro vini ultra-premium passati e presenti. Ma quando si trattava di desiderare un delizioso vino rappresentativo della Borgogna, non c’è vino migliore della Borgogna.

Ma Frédéric si rende conto che è stata una benedizione ma anche una maledizione essere conosciuta come una delle migliori regioni vinicole del mondo, poiché la reputazione della Borgogna in tale categoria è stata cementata per secoli. Tuttavia, soffre di quei consumatori, alla ricerca di vini da bere tutti i giorni, che trascurano la regione poiché i suoi vini di valore non sono conosciuti dalla maggior parte delle persone al di fuori della Francia.

Rapporto tra Borgogna e Beaujolais

“Consideriamo il Beaujolais una parte della Borgogna”, ha esclamato Frédéric ed è un’affermazione che getterebbe in arresto cardiaco qualsiasi serio collezionista di vini della Borgogna! Ma ha continuato spiegando che, sì, sono regioni molto diverse sotto molti aspetti, ma con cui la Borgogna ha avuto una lunga relazione Beaujolais, che si trova immediatamente a sud della Borgogna. Un esempio che ha fornito è stato un vino, spesso bevuto dalla gente del posto, chiamato Côteaux Bourguignons. Il rosso può essere ottenuto da Pinot Noir e Gamay della Borgogna o del Beaujolais; recentemente, ha guadagnato un piccolo seguito di fanatici del vino negli Stati Uniti Un altro modo in cui queste regioni vinicole sono collegate è l’idea di Gamay che deriva dal nome di un piccolo villaggio nell’illustre Côte d’Or, dove vengono coltivati ​​​​i vini iconici della Borgogna , e così, la Maison Louis Jadot ha fatto la scelta naturale di produrre vino nel Beaujolais molti anni fa.

DI PIÙ DACONSULENTE DI FORBES

Le migliori compagnie di assicurazioni di viaggio

Di

Amy Danise
Editore

I migliori piani di assicurazione di viaggio Covid-19

Di

Amy Danise
Editore

Ma quando si tratta di Beaujolais, c’è un problema di immagine, secondo Frédéric, poiché anche se il Beaujolais Nouveau ha portato il riconoscimento alla regione vinicola e ha aiutato molti viticoltori a sopravvivere, è un vino intenzionalmente bevibile che offre alle persone di tutto il mondo l’esperienza di il vino giovane bevuto tradizionalmente dopo aver terminato la vendemmia nel Beaujolais, e quindi ha dato alla regione e alla loro principale uva rossa Gamay un’immagine semplicistica che non rappresenta il pieno potenziale dei vini. E così “economico e allegro” molte volte è associato ai vini del Beaujolais.

Sì, c’è stata una rinascita tra i bevitori di vino esperti quando si tratta del loro amore per il Beaujolais. Tuttavia, quell’amore è orientato verso i vini Cru del Beaujolais, poiché la Borgogna ha i suoi vini del villaggio Gevrey-Chambertin e Chambolle-Musigny, Beaujolais come Morgon e Fleurie Crus. Spesso si pensa tra i consumatori di vino al di fuori di quei vini che il resto sia come il Beaujolais Nouveau. Ma una categoria importante, che offre un valore eccellente e un vero senso del luogo (noto anche come terroir) che di solito è associato alla Borgogna, deve essere inclusa: Beaujolais-Villages.

Il Beaujolais-Villages ha linee guida più rigide per quanto riguarda l’approvvigionamento in quanto può provenire solo da vigneti su vigneti ripidi su colline con terreni granitici e roccia sedimentaria vulcanica. E il vino Beaujolais-Villages che Frédéric produce per Jadot ha tutti gli elementi che fanno amare il Gamay, frutta succosa e consistenza setosa, ma ha anche struttura e note minerali. Anche se il Pinot Noir della Borgogna è noto come il Santo Graal dei vini per molti bevitori di vino in tutto il mondo, Frédéric ha detto molte volte durante le degustazioni alla cieca, le persone sceglieranno il Beaujolais rispetto alla Borgogna perché è così delizioso sin dal primo sorso.

Vini bianchi che offrono valore

Quando si trova valore nei bianchi della Borgogna, si può scendere a sud della regione nella sottoregione del Mâconnais per i loro vini bianchi ottenuti dall’uva Chardonnay. Dato che il clima è leggermente più caldo nella Borgogna meridionale, i vini Mâcon possono concentrarsi esclusivamente sul frutto senza quercia, come i Mâcon-Villages che Frédéric produce per Jadot. Inoltre, poiché la parola “Villages” viene aggiunta a Mâcon, ha linee guida più rigide, come Beaujolais-Villages, e quindi, è tipicamente un frutto di qualità superiore rispetto a un semplice vino “Mâcon”.

“Si tratta di rispettare la purezza del frutto”, ha osservato Frédéric quando gli è venuto in mente di discutere del suo vino Mâcon-Villages. Anche la denominazione all’interno del Mâconnais, nota per i vini di altissima qualità, Pouilly-Fuissé, ha un valore reale. A partire dall’annata 2020, Pouilly-Fuissé può ora classificare alcuni vigneti come 1er Cru. Poiché Jadot ha lavorato con molti viticoltori all’interno di Pouilly-Fuissé che coltivano molti di questi siti 1er Cru, il loro normale Pouilly-Fuissé, che ha un prezzo molto inferiore rispetto a un vino 1er Cru, ha vigneti 1er Cru all’interno della miscela. A differenza del Mâcon, il Jadot Pouilly-Fuissé viene fermentato e invecchiato in una miscela di rovere francese nuovo e vecchio, quindi al naso si avvertono aromi speziati e di nocciola e un elemento materico al palato.

Frédéric pensa spesso a quel momento in cui si è preso il suo tempo, durante un pasto delizioso, per bere un Pinot Noir della Borgogna con sua moglie, poiché è un importante promemoria del fatto che molti apprezzerebbero un vino del genere a un prezzo accessibile, e queste stesse persone hanno alcuna idea della sua esistenza. Il vino offre a chiunque l’opportunità di iniziare a comprendere la Borgogna, ed è un vino che i locali bevono spesso. La Borgogna è un meraviglioso rappresentante della regione vinicola della Borgogna per molte ragioni; è un così buon rappresentante che mostra la pronuncia francese della Borgogna, che è conosciuta come Borgogna in Francia.

2021 Maison Louis Jadot, Mâcon-Villages, Borgogna, Francia: 100% Chardonnay. Pesca bianca fresca e aromi floreali con succosa frutta nettarina al palato.

2021 Maison Louis Jadot, Pouilly-Fuissé, Borgogna, Francia: 100% Chardonnay. Sentori di spezie e nocciole al naso con acidità brillante al palato strutturato con una lunga lunghezza con sapori di frutta a nocciolo più ricchi.

2021 Maison Louis Jadot, Beaujolais-Villages, Beaujolais, Francia: 100% Gamay. Graziose violette al naso con frutta di mirtillo al palato con un tocco di maggiore complessità con pietre bagnate e buona acidità che gli danno forza.

2021 Maison Louis Jadot, Bourgogne Pinot Noir, Borgogna, Francia: 100% Pinot Noir. Questo vino stava cantando e davvero impressionante per essere solo a un livello classificato della Borgogna. Un naso leggermente complesso con fiori di ciliegio e bastoncini di cannella con sapori di amarena e una bella spina dorsale di mineralità gessosa al palato; molta vitalità e armonia a questo vino.